SHORT THEATRE 2022 — ¡VIBRANT MATTER!

17esima edizione
6–18 settembre

Mattatoio di Roma | WEGIL | Teatro Argentina | Teatro India | Teatro Vascello
Teatro Biblioteca Quarticciolo | Cinema Troisi | Carrozzerie | n.o.t | Teatro Palladium
Villa Medici | Real Academia de España en Roma | Angelo Mai — Roma

Parco Giordano Sangalli | Teatro Artemisio Gian Maria Volonté — Velletri
Teatro Fellini — Pontinia

Dal 6 al 18 settembre 2022 il festival internazionale di arti performative Short Theatre torna per la 17esima edizione, proponendo un programma che convoca le punte più avanzate della performing art, dando vita a uno spazio di prossimità e relazione tra le pratiche artistiche, il pensiero teorico, la musica e la convivialità. L’edizione 2022 — che si diffonde in diversi luoghi della città di Roma e si spinge per la prima volta oltre il territorio metropolitano, incontrando il pubblico di Pontinia e Velletri — è la prima sotto la direzione artistica di Piersandra Di Matteo, che dispiega un’idea curatoriale che punta sulla disseminazione urbana nella collaborazione tra mondi, sulla trasversalità a vantaggio delle interferenze, sull’accessibilità come spazio di reinvenzione dei linguaggi artistici.

¡Vibrant Matter! è il titolo scelto per questa nuova edizione del festival. Elementi organici e inorganici, intensità, impressioni, microstorie che brulicano nella materia sono le istanze convocate per spostare l’attenzione dall’esperienza umana delle cose alle cose stesse. Gli spettacoli, le performance musicali, lo scambio di pratiche, gli incontri, i momenti di convivialità vanno alla ricerca di una materialità vitale che attraversa e lega i corpi, umani e non umani, per generare aree di trasformazione trasversale e transpersonale, nell’accumulo e nella dispersione dell’esperienza. Short Theatre 2022 — ¡Vibrant Matter! aspira a innescare un incessante passaggio di energie, nel continuo modificarsi di zone di potenzialità, dove la materia, per quanto invisibile, si muove e cambia stato, trasformando radicalmente ciò che esiste.

Il programma di Short Theatre 2022 ¡Vibrant Matter! si lascia percorrere in direzioni molteplici con diverse velocità e intensità, permettendo al pubblico di comporre un proprio attraversamento spaziale e temporale di temi, immaginari, estetiche e forme che, concatenandosi in un paesaggio composito e rifratto, riverberano nella distanza e nella moltitudine di accenti e densità. Se le arti performative mettono al centro il corpo e le sue potenzialità espressive, Short Theatre 2022 prova a suggerire come qualsiasi forma di espressione del reale sia, di fatto, corporea, fisica, materica. In un assetto ecologico che guarda alla realtà come il frutto di un continuo processarsi di trame e connessioni, di relazioni, di affinità complesse, le estetiche assumono il ruolo di forme fondamentali di conoscenza, proprio per la loro intrinseca possibilità di manipolare le materie, di agire sottilmente e affettivamente su di noi, di svelare le connessioni invisibili tra le cose, animate o inanimate, e di crearne di nuove.

Lo sguardo sui percorsi artistici e sul loro potenziale trasformativo si fa sempre composito, portando a emersione un festival in movimento in un’edizione che inizia a esplorare la possibilità di un altro ritmo del suo accadere nel tempo prima e dopo la sua manifestazione urbana. Se la prima settimana di Short Theatre — dal 6 all’11 settembre — accoglie pubblico e artisti e artiste principalmente al Mattatoio di Roma, con un programma di spettacoli, performance, talk, live e dj set; durante la seconda settimana — dal 12 al 18 settembre — il cuore del festival è mobile e transita tra spazi e contesti differenti, praticando la propria natura coagulante ed esperienziale in diversi punti della città. L’attitudine al movimento è quella che Short Theatre 2022 insegue anche da un punto di vista dei contenuti artistici, presentando lavori di artisti e compagnie affermate al fianco di nomi emergenti che si affacciano al pubblico per la prima volta, spaziando tra la scena contemporanea di Roma e quella internazionale proveniente da tutto il mondo con un’attenzione al Sud Globale, in un’idea di concatenamento e intersezione tra le molteplici dimensioni che caratterizzano gli scenari culturali presenti.

In direzione di una viva propagazione urbana si moltiplicano le concatenazioni con associazioni, istituzioni, realtà multiformi, tra cui il Master in Studi e Politiche di Genere di Roma Tre, NERO Editions, Da.Re – Dance Research, Al. Di. Qua Artists, Dominio Pubblico, SCOMODO, European Alternatives, e quelle con i diversi partner e luoghi che accolgono il festival: Mattatoio di Roma / Azienda Speciale Palaexpo, WEGIL, Teatro Argentina, Teatro India, Carrozzerie | n.o.t, Villa Medici, Real Academia de España en Roma, cui si aggiungono per la prima volta Teatro Vascello, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Cinema Troisi, Teatro Palladium, per una data in condivisione con Spellbound / Orbita, e Angelo Mai. Grazie alla nuova collaborazione e al sostegno con ATCL – Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, Short Theatre 2022 esce dalle maglie della città, raggiungendo il Teatro Artemisio Gian Maria Volonté di Velletri e il Teatro Fellini di Pontinia.

sito web: https://www.shorttheatre.org